La meravigliosa Primavera di Botticelli

La Primavera di Botticelli creata nel 1481-1482, si trova alla Galleria degli Uffizi a Firenze. Originariamente però si trovava probabilmente a Firenze nel Palazzo di Lorenzo di Pierfrancesco de’ Medici , cugino del Magnifico, che dovette esserne il committente. In seguito Vasari la ricorda nella villa dei Medici a Castello.

Descrizione: La scena si svolge in un meraviglioso prato fiorito. Ciò che ci colpisce è la dettagliata resa di una vastissima varietà di fiori e piante: Botticelli era un maestro in questo. Il giardino in questione è quello delle Esperidi, regno della bellezza e dell’amore per gli antichi Greci. I personaggi furono identificati solo nell’ottocento: protagonista assoluto è Venere, simbolo dell’amore e della natura. All’estrema destra troviamo Zefiro , il vento di Primavera, che insegue Clori, la ninfa di cui è innamorato. Dopo essere stata posseduta dal suo amante , Clori si trasforma in una magnifica donna da uno splendido abito fiorito , Flora , personificazione stessa della Primavera. A sinistra troviamo invece le Tre Grazie che danzano armoniosamente intrecciandosi le dita accompagnate da Mercurio che alzando la Verga alata con due serpenti (Caduceo, simbolo del Messaggero degli Dei) scaccia le nuvole.

Precedente Simboli e segreti della Cappella Sistina Successivo Riaprono al pubblico le "Stanze del potere" a Pompei