Nell’opera ritratti di Federico da Montefeltro e Battista Sforza

Ritratto di Federico da Montefeltro e Battista Sforza è un’opera di Piero della Francesca realizzata tra il 1467 1472 ed esposta agli Uffizi a Firenze.

I ritratti di Federico da Montefeltro, Signore di Urbino e, di sua moglie , Battista Sforza , formavano un dittico che, probabilmente, in origine, era unito da una cerniera così da aprirsi e chiudersi a libro lasciando, nella parte esterna , i due trionfi.

Nel realizzare il dittico ,Piero,  si ispira alla nobile ritrattistica delle medaglie con il personaggio che veniva ritratto di profilo;

In tal modo infatti Federico evitava di dimostrare il lato destro del suo viso deturpato a causa di un incidente nel 1450.

La luce proviene da destra per entrambi i ritratti, è chiara e naturale e svela i dettagli più minuti vicini e lontani.

Sicuramente Piero della Francesca conosceva la pittura fiamminga una pittura minuziosa in grado di rendere in pittura qualsiasi dettaglio.

Incerta é la datazione del Dittico infatti , probabilmente Federico da Montefeltro fu dipinto intorno al 1467 mentre sua moglie Battista potrebbe essere stata ritratta dopo la sua morte intorno al 1472 , qualche mese dopo aver dato alla luce l’erede al trono Guidobaldo.

L’importanza di questo evento è richiamato dalla melagrana, simbolo di fertilità, in evidenza nella manica dell’abito della donna ricamato con motivi araldici in nero e oro.

Precedente Nell'opera Giuditta I di Klimt Successivo Francia: Scoperto tesoro nascosto nell'Abbazia di Cluny